Home | , | Bracciale Inter ciondolo argento laccio cuoio
Bracciale club Inter

Bracciale Inter ciondolo argento laccio cuoio

39,00

Disponibilità: 5 disponibile

Bracciale Inter con inserti, capicorda e chiusura in argento rodiato 925% (3,65 gr), lacci in cuoio nero, smalti in resina nero/blu e gommini.

Misura ciondolo: 13x20x2 mm

Dimensione Bracciale: 16x2x490 mm

5 disponibili

Descrizione

Bracciale Inter realizzato a mano al banchetto. E’ stata fatta una fusione d’argento alla forgia e tagliato il lingotto in due metà. Portate al laminatoio manuale, sono state ricavate una lastrina da una metà e un filo quadrangolare dall’altra metà; poi anche il filo è stato schiacciato al laminatoio manuale per realizzare una fascetta lunga e stretta che è stata, poi, modellata per formare uno scudetto da saldare alla lastra piatta. Una volta messo il pezzo nell’acido, sono stati realizzati, in cera limabile, i freni e i terminali con lime e frese e fatti fondere. Mentre si completava il processo di microfusione abbiamo tagliato due cerniere dalla misura più piccola (semilavorati, tubo d’argento). Abbiamo ripreso il ciondolo e con l’aiuto di un seghetto abbiamo fatto dei piccoli solchi sul suo bordo e incastrato lì i “travertini”. Poi sono stati incastrati (e per maggior sicurezza, legati da un filo cotto) gli anellini ai lati e saldato tutto rimettendolo, poi, nell’acido. Abbiamo rifinito tutti i pezzi con lime, frese e carte abrasive (dalla grana più grossa alla grana più fine) per togliere ogni possibile impurità e portato alla lucidatrice. Passato alla lucidatrice, prima con spazzola in crine e pasta gialla a velocità minima (per togliere gli ultimi graffi rimasti) e a velocità massima (per rifinire il tutto), e dopo con spazzola in cotone morbido e rossetto (ossido di ferro),prima a velocità minima e poi a velocità massima. Messo a lavare in acqua calda e sapone per gioielli (nell’ultrasuoni, macchinario che con scariche di ultrasuoni lava accuratamente l’oggetto), è stato poi messo ad asciugare ricoprendolo con sabbia specifica. Dopo essersi asciugato il pezzo è stato immerso nel rodio (bagno galvanico), è stato applicato lo smalto in resina e lasciato asciugare sotto le lampade ad alte temperature per qualche ora. Infine è stato composto il braccialetto Inter con i lacci in cuoio, i freni coi gommini, i terminali e la chiusura in argento.

Bracciale Inter con ciondolo in argento e laccio regolabile in cuoio

Il bracciale Inter è ispirato alla nascita della squadra di calcio italiana dai colori sociali nero azzurri.

Il calcio, in quanto sport competitivo, si serve dell’aggressività come strumento per combattere e vincere, la utilizza e la scarica. Allo stesso tempo esige che sia incanalata in forme ben precise e mediata dal pallone perché non può essere indirizzata sull’avversario e gli scontri diretti sono rigidamente sorvegliati e puniti. In sintesi il gioco del calcio permette alle spinte aggressive di sfogarsi e, allo stesso tempo, provvede a contenerle all’interno di un sistema codificato di regole, realizzando così la trasformazione di un impulso istintuale in un fatto sociale.

Quando il calcio era una realtà che doveva ancora sbocciare in tutti i sensi, cominciarono a nascere alcune tra le società che sarebbero diventate negli anni, e nei secoli avvenire, delle vere e proprie pietre miliari di questo sport nato in Inghilterra nella seconda metà del XIX secolo. A Torino e a Genova erano già nate delle realtà calcistiche di un certo spessore quando venne disputato il primo campionato italiano, vinto poi dal Genoa in un quadrangolare con le società torinesi. La squadra ligure conquistò l’ambito trofeo in tre occasioni prima di trovare sulla sua strada una formazione di Milano nata da pochi anni con il nome di Milan Football Cricket Club. Nonostante la formazione milanese e non solo, trovasse in vari stranieri (tra i quali molti inglesi) i propri padri fondatori, lo straniero rappresentava ancora una sorta di tabù per quello sport ancora in fase embrionale. Questo problema creò una frattura all’interno del club e lo divise in due fazioni opposte: una sosteneva di condurre una politica di tipo “nazionalista” tesserando solo giocatori italiani mentre l’altra insisteva sull’importanza del ruolo dei componenti stranieri nella fondazione della società. Quest’ultimo sparuto gruppo di “illuministi del calcio” pur essendo una minoranza e trovandosi terra bruciata intorno, capirono che mancando i presupposti per continuare un rapporto non vi era altra scelta che quella di rendere ancora più marcata la frattura dal resto della società. Nel 1908, in un rinomato ristorante milanese, i quarantatre soci dissidenti provenienti dal Milan si riunirono e scrissero a penna, sul retro di una lettera, l’atto costitutivo con il quale nasceva ufficialmente la nuova società, la Football Club Internazionale o Inter.

In abbinamento al bracciale puoi acquistare anche la collana Inter in argento.

Tag:

Prodotti Correlati