Home | , | Collana con ciondolo della squadra di calcio Milan

Collana con ciondolo della squadra di calcio Milan

39,0049,00

Disponibilità: 5 disponibile

Collana con ciondolo raffigurante lo scudetto del Milan con catenina e chiusura in argento rodiato 925% (7,18 gr) e smalti in resina rosso/neri. Puoi scegliere tra collana in argento o cordella cerata.

Misura ciondolo: 13x20x2 mm

Lunghezza catenina: 490 mm

* Cancella selezione

Descrizione

Collana con ciondolo della squadra di calcio Milan realizzata a mano al banchetto. Ogni ciondolo ha seguito la lavorazione che segue. E’ stata fatta una fusione d’argento alla forgia e tagliato il lingotto che ne è risultato in due metà; al laminatoio manuale una metà è stata fatta a lastrina piatta e l’altra metà a fascetta lunga e stretta. La prima è stata tagliata a forma di scudetto e la seconda modellata sulla stesso e ad esso saldata. Una volta messo il pezzo nell’acido, sono stati realizzati in cera limabile i freni e i terminali, utilizzando lime e frese, per passarli poi al processo di microfusione. E’ stata quindi tagliata una cerniera dalla misura grande (semilavorati, tubo d’argento). Ripreso il ciondolo, con l’aiuto di un seghetto, sono stati realizzati dei piccoli solchi sul suo bordo e incastrati i “travertini” insieme alla maglia, quindi saldato tutto insieme e messo in acido. Tutti i pezzi sono stati rifiniti con lime, frese e carte abrasive (dalla grana più grossa alla grana più fine) e portato alla lucidatrice. Una volta passato con spazzola in crine e pasta gialla a velocità minima (per togliere gli ultimi graffi rimasti) e poi a velocità massima (per rifinire il tutto), è stato lucidato ancora con la spazzola in cotone morbido e rossetto (ossido di ferro), sia a velocità minima che a velocità massima. E’ stato poi messo a lavare in acqua calda e sapone per gioielli (nell’ultrasuoni, macchinario che con scariche di ultrasuoni lava accuratamente l’oggetto) e ad asciugare ricoprendolo di sabbia specifica. Una volta asciutto il ciondolo è stato immerso nel rodio (bagno galvanico), vi è stato applicato lo smalto in resina ed è stato lasciato asciugare sotto le lampade ad alte temperature per qualche ora. Infine è stato assemblato.

Ciondolo della squadra di calcio Milan

Nel 1999, in occasione della partita Perugia-Milan, conclusasi con la vittoria della seconda, Galliani si divincolava talmente tanto che del suo urlo si disse fosse secondo solo a quello di Munch.
L’AC Milan venne fondata da un gruppo di italiani e inglesi appassionati di football; inizialmente fu chiamata Milano Foot-Ball and Cricket Club e la storia dei colori scelti per rappresentarla non si ricollega ai colori della città ma ad una scelta ben precisa; pare, infatti, che Herbert Kiplin, nel 1899 alla fondazione del Club, abbia detto:”Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari” (certo in un ambiente sportivo dove è richiesto di essere forti, decisi se non a volte persino cattivi, bisogna cercare in tutti i modi di incutere timore e rispetto negli avversari). Dunque fin dalle sue origini, il Milan vestì quella che rimarrà, per tutta la sua storia, la propria canonica uniforme: una maglia a strisce rossonere abbinata a pantaloncini bianchi e calzettoni neri; nei decenni seguenti questo schema verrà intaccato da ciclici cambiamenti dettati dalle mode del tempo, ma rimarrà sostanzialmente inalterato fino ai giorni nostri.
Nel 1979 le celebrazioni per la vittoria dello “scudetto della stella”, portarono all’introduzione di uno stemma disegnato dall’agenzia Zeta di Milano e, noto come il Diavoletto; si trattava della silhouette stilizzata di un diavolo rosso, affiancato a sinistra da una stella simboleggiante i dieci campionati vinti; tale simbolo trovò posto sopra le casacche rossonere fino alla metà degli anni ’80 e, per la sua spiccata immagine vintage tornerà nel 2018 nell’identità societaria milanista come secondary logo. L’ultima versione dello stemma consiste in un ovale con all’interno un cerchio che racchiude i colori della squadra e la bandiera del comune di Milano, ossia una croce rossa su sfondo bianco (ispirata alla croce di San Giorgio), la scritta ACM (Associazione Calcio Milan) e l’anno di fondazione della squadra, il 1899.
Il povero Diavoletto ingiustamente sfrattato tornerà solo nel 2006, quando la Warner Bros disegnerà la mascotte ufficiale del Milan, un diavolo rosso con la divisa rossonera e un pallone da calcio di nome Milanello.

Ulteriori informazioni

Catenina

,

Tags: ,

Prodotti Correlati

Ciondolo guantone da boxe in argento Ciondolo Guantone Boxe in bronzo o argento
Bracciale collezione Mini Primero in Argento 925 o bronzo
X
COUPON 10% DI SCONTO
Iscrivendoti alla Newsletter riceverai un codice sconto del 10% sul primo ordine
    VOGLIO ISCRIVERMI
    Ho letto e accetto la privacy policy