Home | , | Collana in argento con smeraldo, zaffiri e spinello nero
Collana in argento con smeraldo, zaffiri e spinello nero

Collana in argento con smeraldo, zaffiri e spinello nero

130,00

Disponibilità: disponibile

Collana, catenina, inserti e chiusura in argento rodiato 925% (5,20 gr) con ciondolo in smeraldo (taglio cabochon), zaffiri bianchi (taglio brillante) e spinello nero (diamante con taglio salomite).

Dimensione ciondolo spinello nero: 17x46x5 mm

Dimensione ciondolo smeraldo: 7x46x5 mm

Misura catenina in argento: Catenina 470 mm

Descrizione

Collana in argento con smeraldo, zaffiri e spinello nero realizzata a mano al banchetto in metallo. E’ stata fatta una fusione d’argento alla forgia, lasciata raffreddare e tagliata a metà. Portate al laminatoio, da una metà è stata ricavata una lastrina mentre, dall’altra metà, un filo quadrangolare; un segmento di quest’ultimo è stato, poi, schiacciato al laminatoio manuale ed è stato avvolto intorno alla pietra per formare il castone ed è stata tagliata una cerniera d’argento (semilavorato) di medie dimensioni per creare la maglia. Sono stati, poi, tagliati altri tre pezzi dal filo quadrangolare e saldati sopra la lastrina d’argento insieme al castone e alla maglia, quindi il tutto è stato messo in acido per togliere l’ossido formatosi e rifinito, poi, con l’aiuto di lime, frese e carte abrasive. Sono stati praticati i fori per i zirconi e i cinque fori alla base del ciondolo nei quali sono stati inseriti dei fili con gli spinelli neri e le sfere d’argento e poi bloccati con dei pallini dietro il ciondolo grazie alla microfiamma. Una volta messo nella pece, sono state incastonate gli zaffiri bianchi e lo smeraldo; rifinito con gommini per togliere graffi dovuti all’incastonatura è stato assemblato con catenina e chiusura d’argento e portato a lucidare, prima con spazzola in crine e pasta gialla (a velocità minima per togliere gli ultimi graffi rimasti e a velocità massima per rifinire il tutto) ed in seguito con spazzola in cotone morbido e rossetto d’ossido di ferro (sia a velocità minima che a velocità massima). Una volta lucidato è stato lavato con acqua calda e sapone per gioielli (nell’ultrasuoni, macchinario che con scariche di ultrasuoni lava l’oggetto accuratamente), fatto asciugare ricoprendolo con sabbia specifica ed infine sottoposto a rodiatura (o bagno galvanico).

Collana con pietra di smeraldo

Quando tra tutte le pietre che mi ritrovai a comprare, vidi questo smeraldo rettangolare verde, taglio cabochon e con gli angoli irregolari, me ne innamorai immediatamente; mi ricordava una drusa di smeraldo (aggregazione di cristalli impiantati per un’estremità su una matrice rocciosa) che avevo usato in cristalloterapia anni prima, la cui particolarità era la presenza di inclusioni nere e bianche (ematite e quarzo ialino, se non ricordo male). La combinazione del verde con il nero ed il bianco è un accostamento cromatico insolito in genere per i gusti estetici umani, ma non per la natura, che spesso ci sorprende e quella pietra ne era la prova. Sulla base di questo, decisi di utilizzare il nuovo smeraldo per creare una collana con altre due pietre, lo zaffiro bianco e lo spinello nero appunto; un ciondolo dalle colorazioni inconsuete la cui particolarità era da sottolineare e decisi di farlo utilizzando per le pietre tre differenti tecniche di montatura: lo smeraldo a castone battuto, gli zaffiri a pavé e le perline di spinello inserite nei fili d’argento. Il risultato fu questo gioiello in stile classico ma cromaticamente originale, inserito in una collezione il cui nome, Esmeralda, prende origini da quella pietra verde che mi affascina da sempre e che da diversi secoli incarna un significato molto profondo, quello di speranza, futuro, crescita e rinnovamento. Lo smeraldo, inoltre, è considerato simbolo della verità in amore, oltre che di giustizia e compassione. Esso rappresenta la pazienza e l’amore incondizionato e viene utilizzato anche nelle pratiche meditative.
In cristalloterapia lo smeraldo si usa per alleggerire il campo emotivo dell’aura dai pensieri negativi, per bilanciare le emozioni e sintonizzarle con l’ambiente. Inoltre, questa pietra, meglio di qualunque altra, riesce a rappresentare le emozioni che albergano dentro al cuore di ciascuno.

Tags: ,