Home | , | Bracciale in argento con zirconi bianchi e zaffiri
Bracciale in argento con zirconi bianchi e zaffiro

Bracciale in argento con zirconi bianchi e zaffiri

219,00

Disponibilità: 5 disponibile

Bracciale triangolo con chiusura in argento rodiato 925% (4,70 gr), pietre: zirconi bianchi (taglio brillante) e zaffiri (taglio salomite). Gioiello ispirato al Dio Saturno.

Dimensione bracciale: 180 mm

5 disponibili

Descrizione

Il bracciale in argento con zirconi e zaffiri è stato prototipato a mano in cera limabile. Con lime e frese è stata ricavata la forma ed è stato applicato uno spessore dietro, saldato con l’aiuto di una fiamma (spiritiera) e uno specillo, poi, con una fresa sono stati praticati tre fori. Attraverso un processo di microfusione è stato portato tutto in argento e rifinito con lime, frese e carte abrasive (dalla grana più grossa alla grana più fine). Una volta inserito il pezzo centrale del bracciale nella pece, con frese e bulini vi sono stati incastonati i zirconi. Il tutto è stato rifinito con i gommini per togliere eventuali graffi dovuti all’incastonatura e portato a lucidare, prima con spazzola in crine e pasta gialla (a velocità minima per togliere gli ultimi graffi rimasti e a velocità massima per rifinire) ed in seguito con spazzola in cotone morbido e rossetto d’ossido di ferro (a velocità minima e a velocità massima). Una volta lucidato è stato lavato con acqua calda e sapone per gioielli (nell’ultrasuoni, macchinario che con scariche di ultrasuoni lava accuratamente l’oggetto), fatto asciugare ricoprendolo con sabbia specifica e sottoposto a rodiatura (o bagno galvanico). Il bracciale, infine, è stato assemblato delle pietre e della chiusura d’argento attraverso un’infilatrice industriale.

Bracciale in argento e zaffiri ispirato al Dio Saturno

Il nero degli zaffiri e le figure triangolari caratterizzano questo bracciale estremamente raffinato ed elegante, un oggetto di stile e di gran gusto. Mi è stato obiettato che pur essendo un gioiello per donna, le punte delle figure geometriche così rivolte verso l’alto stanno a simboleggiare il fuoco ossia energia maschile, come se le due cose insieme non fossero compatibili. Ebbene, per evitare equivoci spiegherò brevemente il perché di una scelta tanto strana; partendo dall’assunto che tutti abbiamo un lato maschile ed uno femminile e l’appartenenza di genere è solo una questione di predominanze, ho voluto ricordare all’acqua che è fatta anche di fuoco e che nessuna delle due parti è più o meno importante rispetto all’altra perché entrambe sono necessarie a raggiungere l’equilibrio!
Nonostante il nero sia il colore del buio, della morte, del mistero e del vuoto e venga visto come negazione di colore e confine che segna la conclusione della fase vitale, esso, una volta svuotato di tutta questa tradizione simbolica tenebrosa, non può che condurci al caos primordiale, quello da cui tutto ha avuto origine, l’invisibile e inconoscibile che ha originato la scintilla iniziale; il nero così denudato non ci appare che come ciò da cui tutto può nascere o palesarsi. Al Dio dell’implacabile scorrere del tempo nella Roma antica, Saturno, veniva associato il colore nero. I Saturnali infatti, ossia la festa di fine anno che coincideva con la morte e la rinascita del sole (il cui rito esprimeva la legge naturale per la quale al vecchio segue il nuovo), permetteva all’uomo di identificare il nero con morte e rinascita, fasi transitorie cicliche e continue. Per gli antichi egizi il nero era considerato sacro alle divinità ed i maestri lo utilizzavano come simbolo dell’unità, dell’essenza e dell’uguaglianza.
Coloro che prediligono il colore nero preferiscono andare contro le scelte di massa, tendono cioè a non seguire i dettami della società per percorrere strade alternative più consone alla loro personalità.

Ideale da regalare in abbinamento ad un ciondolo in argento 925% della stessa collezione.

 

Tag:

Prodotti Correlati