Home | , | Orecchini a cerchio in argento e zirconi bianchi
In offerta!
Orecchini a cerchio in argento rodiato 925%

Orecchini a cerchio in argento e zirconi bianchi

99,00 89,00

Disponibilità: 5 disponibile

Orecchini tondi in argento rodiato 925% (4,65 gr), zirconi bianchi (taglio brillante).

Dimensioni orecchini: Ø 24 mm

5 disponibili

Descrizione

Gli orecchini a cerchio in argento 925 sono stati prototipati in metallo al banchetto. Fatta una fusione d’argento alla forgia e lasciata raffreddare, è stata, poi, portata al laminatoio manuale per ricavarne una lastrina. Con un compasso a punta è stato tracciato il cerchio esterno e poi il cerchio interno con gli altri punti del canale e con il seghetto si è proceduto a tagliare. Da un semilavorato è stata ricavata una cerniera d’argento di piccole dimensioni e dalla lastrina, invece, due dischetti piatti, uno di questi è stato, quindi, saldato dietro alla cerniera (come “tappo”). E’ stato rifinito tutto con lime, frese e carte (dalla grana più grossa alla più fine). E’ stata saldata la cerniera nel canale con l’altro dischetto tagliato prima e, una volta bloccato in pece, sono stati preparati i castoni con dei bulini a punta e delle frese coniche e incastonati i zirconi. Inserita la catenina e la chiusura d’argento, è stato passato il gommino per togliere eventuali graffi. Lucidato prima con spazzola in crine e pasta gialla (a velocità minima per togliere gli ultimi graffi rimasti e a velocità massima per rifinire il tutto) ed in seguito con spazzola in cotone morbido e rossetto d’ossido di ferro (sia a velocità minima che a velocità massima). Una volta lucidato, è stato lavato con acqua calda e sapone per gioielli (nell’ultrasuoni, macchinario che con scariche di ultrasuoni lava l’oggetto accuratamente) e fatto asciugare immergendolo nella sabbia specifica. Infine è stato sottoposto a rodiatura (o bagno galvanico).

Orecchini a cerchio in argento 925% con pietra incastonata mobile

Questi orecchini a cerchio in argento insieme al ciondolo con zircone oscillante, formano quella che, per ora, è l’unica parure all’interno della collezione Brillanti in Movimento ma, come l’ottanta per cento delle mie creazioni, seguono un unico principio cardine: la snodabilità ed il dinamismo! Una qualunque pietra, infatti, svela la sua totale bellezza solo nel momento in cui viene colpita da una luce, insomma è una gran fanatica, si lascia ammirare solo sotto i riflettori. Nel momento in cui le si impone un qualunque tipo di spostamento la luce che incontra fa triplicare la sua brillantezza e l’effetto che produce diventa quasi ipnotizzante! Ho pensato, poi, che tra tutti i gioielli realizzabili, quelli che alla fine risultavano maggiormente funzionali per tendere al gioco oscillante della pietra di cui parlavo prima, erano gli orecchini, monili per adornare le orecchie, ossia organi percettivi fondamentali dotati di grande motilità in quanto attaccati alla testa. I due zirconi bianchi, fluttualmente incastonati in questo paio di orecchini, nella loro perenne ondulazione quando incontrano i raggi del sole si accendono e ricordano le onde del mare e lo sfavillio dell’acqua in uno stato di dinamico divenire.
I due fisici, Albert Eistein e Leopold Infeld, per rispondere alla domanda di cosa fosse in fisica un’onda risposero così:

“ Un pettegolezzo che parte da Washington raggiunge molto rapidamente New York, anche se nemmeno uno degli individui che prendono parte allo spargimento della voce viaggia fra queste due città. Ci sono due movimenti ben diversi in questione: quello della voce, da Washington a New York, e quello delle persone che spargono la voce. Il vento che passa sopra un campo di grano genera un’onda che si sparge per tutto il campo. Qui dobbiamo distinguere ancora fra il movimento dell’onda e il movimento delle singole piante, che subiscono soltanto piccole oscillazioni. Le particelle che costituiscono il mezzo eseguono soltanto piccole vibrazioni, ma l’intero movimento è quello dell’onda progressiva. La cosa essenziale nuova qui è che per la prima volta consideriamo il movimento di qualcosa che non sia materia, ma di energia propagata attraverso la materia”.

Tag: